Le alleanze aeree offrono vantaggi e maggiore comfort ai propri clienti migliori

 

1° MARZO 2016, 11:06

di Karen Goodwin

alliances

Nel 1939, l’industria dell’aviazione commerciale statunitense poteva contare su un numero ristretto di convinti sostenitori o passeggeri frequenti. Per farli sentire speciali, furono create all’interno degli aeroporti delle lounge VIP a loro dedicate, in cui venivano serviti cibo e bevande.

Tuttavia, nei terminal aeroportuali di un tempo si avevano a disposizione spazi ridotti. In effetti, la prima lounge presso l’aeroporto LaGuardia di New York era collegata all’ufficio del sindaco di allora, Fiorello LaGuardia.

Con l’aumento dei terminal e la maggiore diffusione delle lounge, i passeggeri avevano generalmente a disposizione soltanto le lounge di una specifica compagnia aerea, o al massimo quelle di un ridotto numero di partner. La situazione rimase tale fino alla fine degli anni Novanta, quando le compagnie aeree iniziarono a formare grandi alleanze globali. I viaggiatori poterono allora rifugiarsi nelle lounge di altre compagnie aeree associate, durante i propri viaggi verso destinazioni in tutto il mondo.

Intorno al 2005, con l’intensificarsi della battaglia per accaparrarsi i viaggiatori globali di alto livello, le compagnie aeree internazionali iniziarono ad aggiungere più servizi alle proprie lounge, consentendo ai viaggiatori più impegnati di seguire i propri affari in spazi tranquilli, di rinfrescarsi in una doccia privata o di rilassarsi grazie ai comodi arredi delle lounge.

Oggi, le alleanze aeree globali hanno migliorato ancora una volta la propria offerta, proponendo nelle proprie lounge livelli di lusso, comfort, design ed estetica senza precedenti. Nel corso degli ultimi anni, i passeggeri delle compagnie aeree hanno avuto a disposizione lounge più lussuose e condivise presso alcuni dei maggiori hub aeroportuali dei vari vettori, come New York, Londra e Hong Kong. Le regole variano ma, solitamente, i passeggeri di Prima classe e Business Class di una compagnia aerea associata a un’alleanza possono accedere alle lounge aeroportuali di quest’ultima, mentre alcuni soci frequent flyer di livello Elite possono accedere alle lounge dell’alleanza a prescindere dalla classe in cui stanno viaggiando.

Queste oasi offrono un ambiente rilassante ed accogliente, spesso a livello di un hotel a cinque stelle. In alcuni casi si tratta di strutture a più piani, spaziose ed incredibilmente belle, che non mancano di attirare l’attenzione. Oltre ad utilizzare il Wi-Fi gratuito e caricare i propri dispositivi, i passeggeri possono anche lavorare negli spazi privati, godersi bevande e cibi gratuiti oppure schiacciare un pisolino nell’apposita stanza.

Le lounge di alcune alleanze hanno inoltre aggiunto i propri tocchi di classe distintivi. Ad esempio l’alleanza SkyTeam, con 20 compagnie associate in tutto il mondo, vanta 4 lounge a marchio SkyTeam. La più recente è quella di Hong Kong: si tratta di una struttura di circa 280 metri quadri, che può accogliere fino a 230 passeggeri. La lounge offre una sala yoga, un buffet caldo e freddo di cucina internazionale e un “muro vivente” con oltre 50 specie di piante diverse, che apporta un tocco naturale all’esperienza di viaggio dei passeggeri. Per conoscere la posizione delle oltre 600 lounge associate in tutto il mondo, prova lo SkyTeam Lounge Finder.

Nel caso in cui un’alleanza aerea non abbia una lounge condivisa in uno specifico aeroporto, i viaggiatori che ne abbiamo diritto possono comunque accedere alle lounge dei singoli vettori associati. Per offrire un’esperienza di viaggio ancor più serena, le alleanze aeree si stanno sempre più orientando verso il raggruppamento di tutte le compagnie aeree associate in un unico terminal aeroportuale, eliminando in tal modo la necessità di trasferirsi in altri terminal per prendere un volo o visitare le lounge. Ciò consente di ridurre i tempi di trasferimento per i passeggeri e di rendere più piacevole la loro esperienza presso l’aeroporto.

I vantaggi offerti ai viaggiatori premium delle alleanze aeree non si limitano alle lounge aeroportuali. Al check-in, quando viaggiano con una compagnia partner, i passeggeri ricevono lo stesso tipo di trattamento VIP a cui avrebbero avuto diritto con il proprio vettore originario, in virtù del proprio status di passeggeri Elite o del possesso di un biglietto premium. Ciò si traduce solitamente in un banco del check-in rapido e in una accettazione prioritaria dei bagagli da stiva, oltre ad imbarco prioritario e assistenza speciale in caso di coincidenza con poco tempo a disposizione.

SkyTeam dispone inoltre di apparecchi per i transiti presso diversi aeroporti, che consentono ai passeggeri che hanno perso il proprio volo in coincidenza di stampare nuove carte d’imbarco per voli alternativi e di ricevere assistenza in caso di ulteriori necessità, quali ad esempio voucher per sistemazioni in hotel.

Inoltre, le alleanze sono solite offrire ai propri clienti di alto livello un accesso rapido ai controlli aeroportuali di sicurezza e di immigrazione - ad esempio fornendo un’entrata speciale ai posti di controllo, che consente loro di evitare le lunghe file di altri passeggeri in attesa di essere sottoposti ai controlli. Nel corso degli ultimi mesi, le principali alleanze hanno implementato una segnaletica speciale presso i maggiori hub, per dirigere i viaggiatori premium delle compagnie aeree ad esse associate verso tali punti di accesso.

Le alleanze aeree globali sono chiaramente in grado di rendere più agevoli gli impegnativi viaggi internazionali. Lo status del passeggero (o il biglietto per una cabina premium) si traduce in privilegi specifici.

Per maggiori informazioni sul trattamento VIP disponibile per il tuo prossimo viaggio, visita

http://www.skyteam.com/en/skypriority/.